6 consigli per rendere la tua azienda più sostenibile

Demetra Dossi
Demetra Dossi
Content creator, Web & Graphic designer, aiuta brand e aziende a creare la loro migliore versione di sé, sia online che offline.
Demetra Dossi
Demetra Dossi
Content creator, Web & Graphic designer, aiuta brand e aziende a creare la loro migliore versione di sé, sia online che offline.

Osservando il mondo in cui viviamo, è impossibile ignorare il crescente tema della sostenibilità ambientale. Capire, comprendere e attuare pratiche sostenibili è diventato non solo un dovere etico, ma anche un investimento strategico che può portare a benefici concreti per l’azienda stessa e per l’intera collettività.

Nel corso di questo articolo, parleremo di come rendere un’azienda più sostenibile. Dalla gestione responsabile delle risorse al coinvolgimento attivo nella comunità, passando per l’adozione di tecnologie eco-friendly, esamineremo le azioni concrete che le aziende possono intraprendere per contribuire a costruire un futuro più sostenibile per tutti.

I benefici di essere un’azienda green

Per diventare un’azienda più sostenibile occorre adottare pratiche e strategie che minimizzano, il più possibile, l’impatto ambientale e contribuiscono a un futuro più verde.

Ma cosa rende questa prospettiva così cruciale per le imprese di oggi?

Innanzitutto, la crescente consapevolezza ambientale tra i consumatori ha trasformato la sostenibilità da un semplice trend a una vera e propria esigenza di mercato. Le persone sono sempre più inclini a supportare aziende che dimostrano responsabilità sociale ed ecologica, dando loro la preferenza quando scelgono prodotti e servizi. 

Essere un’azienda green, quindi, non solo risponde a una richiesta del mercato, ma può anche migliorare la reputazione aziendale e la fedeltà dei clienti.

Inoltre, dal punto di vista ambientale, è sempre più chiaro che le aziende devono assumere un ruolo proattivo nella riduzione del loro impatto ecologico. La crisi climatica in corso richiede azioni concrete e immediate, e le imprese hanno la responsabilità di adottare pratiche sostenibili per preservare il nostro pianeta per le generazioni future. 

6 consigli per rendere la tua azienda più sostenibile

Confucio diceva: “I grandi cambiamenti nascono da piccoli passi”. Rendere un’azienda più sostenibile è possibile anche attraverso la pratica quotidiana.

Nei successivi paragrafici illustreremo 6 consigli pratici da seguire per ridurre l’impatto ambientale, che includono:

  • Riduzione della plastica e di prodotti usa e getta: l’adozione di soluzioni alternative eco-friendly contribuisce a combattere l’inquinamento e la produzione di rifiuti.
  • Risparmio dell’acqua: adottare strategie per ridurre il consumo di acqua nell’ambiente aziendale favorisce non solo l’ambiente, ma anche il risparmio sulle bollette idriche.
  • Diminuzione del consumo di elettricità: esplorare e studiare metodi pratici per ridurre il consumo di energia è un modo per promuovere un approccio aziendale più sostenibile.
  • Limitazione del consumo di carta: ridurre l’uso della carta attraverso la digitalizzazione e la gestione responsabile delle risorse, contribuisce a preservare le foreste e a ridurre gli sprechi.
  • Studio e attuazione di un piano di smart working: applicare un piano di smart working in azienda favorisce un ambiente di lavoro più flessibile e riduce anche gli spostamenti, diminuendo l’impatto ambientale legato agli spostamenti dei dipendenti.
  • Promozione di abitudini alimentari più sostenibili: fornire opzioni alimentari vegetariane e vegane incentiva le persone ad adottare uno stile di vita più sostenibile.
Donna che lavora con un tablet seduta nello spazio esterno di un'azienda

Riduci la plastica e i prodotti usa e getta

Nel 2020, la produzione di rifiuti a livello globale ha raggiunto i 2,24 miliardi di tonnellate e si stima che crescerà nel 2050 a 3,88 miliardi di tonnellate se il mondo continuerà sull’attuale traiettoria.

La plastica risulta particolarmente problematica.

Come riportato dalla Banca Mondiale in un suo rapporto, solo nel 2016 il mondo ha prodotto 242 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica, ovvero il 12% di tutti i rifiuti solidi.

Appare dunque di grande importanza l’adozione di politiche volte a diminuire il consumo di plastica, specie se usa e getta.

Nei luoghi di lavoro, ad esempio, si possono sostituire piatti, posate e bicchieri in plastica con prodotti in materiale biodegradabile

Un’altra soluzione per diventare un’azienda più sostenibile è quella di mettere a disposizione dei dipendenti stoviglie riutilizzabili, come tazze e borracce.

Riduci il consumo di acqua

L’acqua, si sa, è un bene prezioso. Anzi, preziosissimo: pensate che solo il 3% dell’acqua presente sul nostro Pianeta è potabile

Ridurre il consumo dell’acqua, dunque, dovrebbe essere una prerogativa di ogni azienda che vuole diventare più sostenibile.

Tra le diverse iniziative che si possono adottare per sensibilizzare le persone a non sprecare l’acqua c’è, in primis, quella di distribuire dei cartelli in punti strategici dell’azienda, come all’interno dei bagni e in cucina/mensa, invitando i dipendenti e collaboratori a gestire in modo responsabile il consumo idrico.

Se stai pensando di riprogettare gli uffici, una soluzione efficace per ridurre il consumo di acqua è installare nei lavandini dei miscelatori senza contatto che attivano il flusso d’acqua soltanto quando le mani si trovano nel raggio d’azione del sensore.

Diventa un’azienda più sostenibile diminuendo il consumo di elettricità

Le emissioni provenienti dall’utilizzo dell’energia elettrica costituiscono circa il 20% delle emissioni totali di anidride carbonica di un’azienda. Diminuire tali emissioni risulta essenziale per contrastare il fenomeno del riscaldamento globale e rendere un’azienda più sostenibile.

Per diminuire il consumo di elettricità in azienda puoi:

  • sostituire le lampadine tradizionali con lampadine a LED, più efficienti e a basso consumo energetico;
  • sfruttare al massimo la luce naturale, posizionando scrivanie e postazioni di lavoro vicino alle finestre;
  • installare sensori di movimento e temporizzatori per regolare automaticamente l’illuminazione in base alla presenza delle persone e alle necessità temporali.

Inoltre, puoi far spegnere computer, stampanti, fotocopiatrici e altri dispositivi elettronici quando non sono in uso. L’utilizzo di ciabatte con interruttori o sistemi di spegnimento automatico può semplificare questa pratica.

Ricorda che ridurre l’uso di energia non solo beneficia l’ambiente, ma contribuisce anche a ridurre i costi operativi.

Digitalizza i documenti e riduci il consumo di carta

Digitalizzare i processi aziendali è un passo significativo per ridurre il consumo di carta e diventare, quindi, un’azienda più sostenibile.

Tra le strategie che un’azienda può adottare per digitalizzare i suoi processi troviamo:

  • la trasformazione dei documenti cartacei in formati digitali, anche attraverso l’adozione di firme digitali per eliminare la necessità di stampare;
  • l’utilizzo di piattaforme basate su cloud, per facilitare la condivisione e la collaborazione sui documenti senza la necessità di stamparli;
  • l’implementazione di sistemi di automazione dei processi, per ridurre la necessità di documenti cartacei, in modo da ridurre la stampa.

Definisci un piano di Smart Working

Lo smart working è amico dell’ambiente. Lo dice una ricerca pubblicata dal Sole 24 Ore, realizzata dai ricercatori dell’Enea.

Nel periodo compreso tra il 2015 e il 2018 – quindi prima della pandemia – ogni lavoratore che ha adottato il lavoro a distanza per due giorni a settimana, ha contribuito a evitare l’emissione di 600 Kg di anidride carbonica all’anno.

Dall’indagine Enea – che ha coinvolto 3.397 persone in 29 amministrazioni pubbliche italiane – è emerso in modo chiaro come il lavoro da remoto ha un impatto significativo sull’emissione di CO2

In un paese come l’Italia, dove circa la metà della popolazione possiede un auto, la scelta di adottare un piano aziendale di smart working risulta un’importante strategia per diventare un’azienda più sostenibile e ridurre i consumi dovuti agli spostamenti casa-lavoro.

Oltre ai benefici diretti sulla CO2, l’indagine ha sottolineato anche la riduzione di altri inquinanti atmosferici e l’aumento del benessere dei dipendenti, che, proprio grazie a modalità di lavoro ibrido, riescono così a conciliare meglio il lavoro con la vita privata.

Promuovi abitudini alimentari più sostenibili

Secondo una ricerca condotta dalla FAO, le emissioni di anidride carbonica provenienti dagli allevamenti rappresentano il 14% delle emissioni totali in atmosfera. 

Nel contesto aziendale, rendere disponibili opzioni alimentari vegetariane o vegane, come snack e bevande a base vegetale, può essere un modo efficace per incentivare le persone ad adottare uno stile di vita più sostenibile, sensibilizzandole verso scelte che contribuiscono al loro benessere e hanno anche un impatto positivo sull’ambiente.

Il processo per diventare un’azienda più sostenibile passa anche dal coinvolgimento del team

Coinvolgere i dipendenti nel processo verso la sostenibilità aziendale è fondamentale per creare un impatto reale, duraturo e ad ampio raggio. Per fare ciò ti suggeriamo di:

  • organizzare sessioni di sensibilizzazione e formazione sulla sostenibilità per informare i dipendenti sui problemi ambientali e sulle pratiche aziendali sostenibili. Queste sessioni possono includere workshop, seminari o presentazioni;
  • implementare programmi di incentivazione per incoraggiare comportamenti sostenibili. Ad esempio: riconoscere e premiare i dipendenti che propongono soluzioni innovative o partecipano attivamente alle iniziative di sostenibilità.
  • organizzare di eventi e attività di team building incentrati sulla sostenibilità. Questi possono includere giornate di volontariato ambientale, escursioni ecologiche o progetti collettivi di riduzione dell’impatto ambientale;
  • aggiornare regolarmente il tuo team sulle iniziative intraprese e i risultati ottenuti.

Ricorda: diventare un’azienda più sostenibile non è solo un atto responsabile, ma può anche portare vantaggi significativi a lungo termine per la tua realtà.

Rubriche
Categorie

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi ogni mese le notizie e gli aggiornamenti più interessanti.

Scarica le nostre guide gratuite

Desk Sharing

Desk sharing significa letteralmente condivisione
della scrivania
.
Si tratta di un’organizzazione delle postazioni dell’ufficio non più basata sull’assegnazione delle singole scrivanie, bensì sulla loro condivisione.

Clean Desk Policy

Si tratta di una direttiva promossa dall’azienda che regola il modo in cui le persone devono lasciare la postazione di lavoro una volta concluse le attività e come devono gestire i documenti, i file e, in generale, i dati sensibili.