Team building: le strategie per creare un super team aziendale

Indice dei contenuti

Nell’ambiente aziendale, la costruzione di un team coeso, in cui i membri si conoscano a fondo e, soprattutto, possano fidarsi e contare reciprocamente nella risoluzione dei problemi, è fondamentale. Come può essere raggiunta questa sinergia indispensabile tra i colleghi? Un esempio di soluzione efficace e collaudata è il team building in azienda.

Team building: che cos’è?

Il team building comprende una serie di tecniche e strategie finalizzate a rafforzare lo spirito di squadra e il legame tra i dipendenti. L’obiettivo principale è quello di forgiare rapporti di lavoro più solidi, promuovendo al contempo relazioni positive anche fuori dall’ambiente lavorativo.

Rafforzare i legami personali tra i colleghi può significativamente migliorare la collaborazione professionale.

Fare team building: quali sono i vantaggi

Il team building rappresenta molto più di un semplice intervallo ludico dalla routine lavorativa; è uno strumento fondamentale per lo sviluppo organizzativo che offre numerosi benefici:

  • Migliora le capacità di comunicazione, la fiducia e la collaborazione: attraverso attività mirate, il team building incoraggia i membri del team a esprimersi apertamente e a fidarsi reciprocamente. Questo rafforza i legami e facilita una collaborazione efficace, elementi essenziali per il successo di qualsiasi progetto.
  • Promuove una cultura collaborativa avvicinando i membri del team: le attività di team building aiutano a superare le barriere interpersonali e promuovono un senso di appartenenza. Questo contribuisce a creare un ambiente di lavoro in cui tutti si sentono parte di una comunità unita, lavorando verso obiettivi condivisi.
  • Favorisce il processo decisionale agile e le capacità di problem solving: con il team building, i partecipanti imparano a confrontarsi con sfide inaspettate e a trovare soluzioni creative. Questo rende più agile il processo decisionale e migliora la capacità di affrontare efficacemente i problemi, anche sotto pressione.
  • Tira su il morale e aumenta la produttività del team: le attività divertenti e coinvolgenti migliorano il benessere dei dipendenti e tirano su il morale. Un team felice e motivato è più produttivo e meno incline allo stress e al burnout.
  • Richiede creatività: il team building spinge i partecipanti a esplorare nuove idee e a pensare in modo creativo. Questo non solo aiuta nella risoluzione dei problemi ma promuove anche l’innovazione all’interno dell’organizzazione.

Strategie di team building efficaci

Un team affiatato e coeso è il motore di ogni successo aziendale. Per trasformare un gruppo di individui in un super team, non basta semplicemente lavorare insieme; è necessario investire attivamente in pratiche di team building che coltivino fiducia, collaborazione e un senso di appartenenza.

Esistono numerosi tipi di attività di team building in azienda capaci di migliorare la dinamica di squadra. Ecco alcuni esempi di team building efficaci:

  • Attività per rompere il ghiaccio
  • Attività di problem solving
  • Attività di team building al chiuso
  • Attività di team building all’aperto
  • Attività di team building a distanza o virtuali
Esempio di attività di team building: gruppo di persone che fa attività sportiva all'aria aperta

Attività per rompere il ghiaccio

Queste attività sono progettate per aiutare i dipendenti a “sciogliersi”, facilitando la conoscenza tra i nuovi membri del gruppo e consolidando i rapporti già instaurati. Esistono molteplici espedienti per creare coesione e cameratismo, essenziali in un contesto aziendale o lavorativo. Tra le attività più note, troviamo:

  • Due verità, una bugia
  • Trova le differenze
  • Interessi comuni

Due verità, una bugia

In questa strategia, ogni persona deve pensare a due verità sulla propria vita e inventare una bugia credibile. I membri del team presentano i loro tre fatti, e gli altri devono indovinare qual è la bugia. Questo gioco, ideale per gruppi piccoli, favorisce la conoscenza reciproca in nuovi team.

Trova le differenze

Quest’attività di team building in azienda divide i partecipanti in due gruppi di massimo 20 persone ciascuno. Dopo aver osservato i dettagli degli avversari per 15-30 secondi, un gruppo si gira di schiena mentre l’altro cambia alcuni dettagli (posizione, abbigliamento, ecc.). Il primo gruppo ha poi 5-10 minuti per identificare i cambiamenti.

L’obiettivo è stimolare la comunicazione non verbale e fare gioco di squadra.

Interessi comuni

Diversamente dalle prime due attività, questa richiede almeno 30 minuti. Le persone sono divise in gruppi da 3-5 individui con l’obiettivo di scoprire interessi comuni. Questa attività è particolarmente utile per riavvicinare i membri di un gruppo e rafforzare le connessioni interpersonali.

Attività di problem solving

Il problem solving è un esempio di team building estremamente utile per le aziende, poiché rafforza il lavoro di squadra all’interno di un gruppo. Ecco alcune attività di problem solving particolarmente efficaci:

  • La prima idea
  •  Cosa farebbe “X”?
  • Sfida a squadre

La prima idea

Questa è un’attività di team building piuttosto diretta in cui i membri di ogni team devono scrivere la prima idea che viene loro in mente per risolvere un determinato problema. Viene proposta anche una variante dove i membri del gruppo condividono la loro idea peggiore.

Il principale beneficio di questa attività è quello di stimolare la generazione di nuovi spunti e soluzioni, senza rimuginare troppo su problemi e soluzioni.

Cosa farebbe “X”?

Un altro esempio di team building è “Cosa farebbe ‘X'”. In questo esercizio, che dura tra i 45 e i 60 minuti, i membri del gruppo si sfidano a risolvere un problema immaginando di essere una persona celebre che ammirano (ad esempio, un uomo d’affari o un imprenditore).

Questo metodo di problem solving incoraggia il pensiero creativo e aiuta a individuare soluzioni innovative.

Sfida a squadre

Questo gioco prevede la formazione di gruppi da due a sei persone che si sfidano in diverse attività. L’obiettivo è completare sfide che stimolino: logica, intelligenza e creatività.

Il principale vantaggio di questo gioco è creare un ambiente divertente dove i membri dei gruppi possono esprimere al meglio il loro talento e allo stesso tempo rafforzare i legami all’interno del gruppo.

Attività di team building al chiuso

Le attività di team building al chiuso si svolgono prevalentemente in ufficio. Tra le varie opzioni disponibili, le più interessanti sono:

  • Il muro della memoria
  • Indietro nel tempo
  • Aeroplanini di carta

Il muro della memoria

Uno degli esempi di team building che mi piace di più è “Il muro della memoria”.

Per questa attività, occorrono una lavagna (in alternativa una parete libera) e dei post-it. Si inizia scegliendo uno o più temi legati al lavoro, come ad esempio il primo giorno in ufficio. I colleghi scrivono ricordi o traguardi associati a questi temi sui biglietti adesivi, per poi condividerli con il gruppo.

Questo è un ottimo modo per condividere esperienze, rafforzare i legami e creare un’atmosfera positiva tra i dipendenti.

Indietro nel tempo

Svolto in un ambiente tranquillo, questo esercizio di team building in azienda invita i partecipanti, riuniti in cerchio, a condividere un ricordo significativo della loro vita che vorrebbero rivivere.

Aeroplanini di carta

Questo gioco sviluppa capacità comunicative, di delega e gestione del tempo.

Formati gruppi di 4-6 persone, ciascuno deve costruire un aeroplano di carta in circa 10-15 minuti di tempo per poi competere contro gli altri.

La collaborazione e il lavoro di squadra sono essenziali per realizzare un progetto di successo.

Attività di team building all’aperto

Questa categoria di attività è particolarmente interessante perché offre ai dipendenti l’opportunità di costruire solidi rapporti con i colleghi al di fuori dell’ambiente lavorativo. Tra le attività più comuni troviamo:

  • Un’uscita di gruppo
  • Una caccia al tesoro

Caccia al tesoro

Un approccio divertente e insolito per rafforzare i legami di squadra. Si organizza una caccia al tesoro con vari obiettivi, come scattare foto specifiche o raccogliere determinati oggetti. Il gioco diventa più entusiasmante con un numero elevato di partecipanti, promuovendo la collaborazione e stimolando lo spirito competitivo.

Un’ uscita di gruppo

Organizzare un’uscita tematica rappresenta un’eccellente esempio di attività di team building. Può essere qualcosa di informale, come un drink dopo il lavoro, creando un’occasione per i dipendenti di rilassarsi e interagire in un contesto meno formale, rafforzando i rapporti interpersonali.

Attività di team building a distanza o virtuali

Questa forma di team building è particolarmente preziosa per i dipendenti che lavorano da remoto, aiutandoli a superare le sfide nell’instaurare rapporti duraturi con altri membri del team.

Tra le attività adattate al contesto digitale troviamo, ad esempio, il “caffè del mattino”.

Attività di team building da remoto: ragazza che fa la pausa caffè durante una call

Caffè del mattino

Questa attività consiste nel programmare delle videochiamate tra i membri del team per condividere insieme il momento di pausa caffè. È un modo eccellente per i team remoti di rafforzare i legami e costruire rapporti solidi e duraturi, paragonabili a quelli che si formerebbero lavorando fisicamente nello stesso spazio.

Conclusioni

Il team building è un investimento strategico che paga dividendi, migliorando le relazioni interpersonali, l’efficienza del team e, in definitiva, il successo dell’azienda.

Attraverso progetti su misura, in Workitect supportiamo le azienda in percorsi di change management, sfruttando il potere del team building per trasformare gruppi di lavoro in team coesi e performanti.

Compila il form che trovi nella pagina contatti per fissare una prima call conoscitiva.

Vittoria Olivieri
Vittoria Olivieri
Psicologa del lavoro. Svolge attività di orientamento formativo e professionale per studenti e lavoratori. Dal 2017 accompagna lavoratori e aziende nell’implementazione di percorsi di Change Management.
Vittoria Olivieri
Vittoria Olivieri
Psicologa del lavoro. Svolge attività di orientamento formativo e professionale per studenti e lavoratori. Dal 2017 accompagna lavoratori e aziende nell’implementazione di percorsi di Change Management.
Categorie
Scarica le nostre guide gratuite
Desk Sharing
Desk sharing significa letteralmente condivisione
della scrivania
.
Si tratta di un’organizzazione delle postazioni dell’ufficio non più basata sull’assegnazione delle singole scrivanie, bensì sulla loro condivisione.
Clean Desk Policy
Si tratta di una direttiva promossa dall’azienda che regola il modo in cui le persone devono lasciare la postazione di lavoro una volta concluse le attività e come devono gestire i documenti, i file e, in generale, i dati sensibili.