È uscito il libro “Lo Smart Working comincia dall’ufficio – Gli spazi di lavoro nel modello ibrido”

Indice dei contenuti

Il 26 ottobre è uscito il libro “Lo Smart Working comincia dall’ufficio – Gli spazi di lavoro nel modello ibrido” edito da Franco Angeli Serve per A.I.D.P.

L’emergenza Coronavirus ha obbligato le aziende a chiedere ai propri dipendenti di lavorare da remoto da un giorno all’altro, accelerando un processo di digitalizzazione già in essere.

Di conseguenza, si sono aperti nuovi scenari sugli spazi di lavoro che, da contenitori di sedie e scrivanie, si trasformano in luoghi attrattivi di incontro adatti alle necessità dei nuovi modi di lavorare.

Serve ancora l’ufficio nell’era dello Smart Working?

Partendo da un’analisi dei fattori che hanno contribuito ad un vero e proprio cambio di rotta nei pilastri fondanti dell’organizzazione del lavoro (luoghi, orari, tecnologia e sistema di regole), il nostro Luca Brusamolino analizza il nuovo ruolo che riveste lo spazio fisico di lavoro oggi e domani.

Nel libro vengono riportati esempi di casi studio e la metodologia con cui vengono seguiti i progetti di consulenza e progettazione da parte di Workitect.

Lo Smart Working comincia dall’ufficio” si rivolge a tutte le persone interessate ad approfondire i nuovi scenari degli spazi di lavoro, nonché alle organizzazioni che vogliono ripensare le proprie sedi e renderle un asset imprescindibile del modello del lavoro ibrido.

È disponibile in tutte le librerie e online. 

Categorie
Scarica le nostre guide gratuite
Desk Sharing
Desk sharing significa letteralmente condivisione
della scrivania
.
Si tratta di un’organizzazione delle postazioni dell’ufficio non più basata sull’assegnazione delle singole scrivanie, bensì sulla loro condivisione.
Clean Desk Policy
Si tratta di una direttiva promossa dall’azienda che regola il modo in cui le persone devono lasciare la postazione di lavoro una volta concluse le attività e come devono gestire i documenti, i file e, in generale, i dati sensibili.